Gabrielle “Coco” Chanel 1883-1971

Gabrielle “Coco” Chanel 1883-1971

Coco Chanel, nata Gabrielle Chanel, è stata la stilista più rivoluzionaria del 1900 dalla sua tumultuosa infanzia alla storia del vestitino nero e del completo lavorato a maglia. Nata a Saumur, nella valle della Loira il 19 agosto 1883, Jeanne DeVolle diede alla luce, in un ospizio, Gabrielle Bonheur Chanel che un giorno il mondo avrebbe conosciuto con il nome omonimo di Coco Chanel. Sebbene ai giorni nostri conosciamo Chanel come un nome iconico di lusso, le origini del designer derivano da un’infanzia malinconica e afflitta dal dolore. Ha vissuto la morte prematura di sua madre, l’abbandono da parte di suo padre Henri-Albert Chasnel, un venditore ambulante di professione, e ha vissuto anni in custodia dalle Suore del Sacro Cuore, ad Aubazine.

Lì era circondata da donne vestite solo con abiti austeri, rigorosamente bianchi e neri, e la rigorosa architettura dell’abbazia, eppure ironicamente, è proprio qui che Gabrielle iniziò a diventare Chanel: l’antitesi dei colori opposti e la severità delle linee che alla fine sono diventate la caratteristica distintiva dei suoi disegni.

All’età di 18 anni, Gabrielle Chanel si è trovata libera di lasciare Aubazine e iniziare a vivere la sua vita all’alba della sua giovinezza.

Ha iniziato a lavorare come assistente di vendita nel negozio Maison Grampayre di Moulins, mentre contemporaneamente lavorava come cantante in un caffè.

Una delle sue canzoni d’autore Qui qu’a vu Coco? è dove si vocifera che abbia ottenuto il suo leggendario soprannome Coco.

Andando avanti, gli stessi caffè di Moulins hanno portato alla sua esposizione e all’incontro di dirigenti della moda promettenti come Étienne de Balsan, figlio di imprenditori tessili, che l’hanno invitata a trasferirsi in un castello a Royallieu.

Dopo una relazione di sei anni, Étienne è diventata non solo una compagna romantica, ma anche il suo primo finanziere.

Pur scoprendo l’eccezionale talento di Chanel per la creazione di cappelli, presto le donne nelle immediate vicinanze dell’azienda di Balsan iniziarono a notare e interesse anche per i suoi disegni.

Le sue creazioni divennero rapidamente molto ricercate, spingendola a trasferirsi a Parigi nel 1908 e poi a Deauville nel 1914, per aprire il suo primo negozio.

Nel 1910 Gabrielle Chanel apre la sua prima boutique a Parigi, al n° 21 di rue Cambon: una modisteria sulla cui insegna si legge “Chanel Modes”. Ricercati dalle più famose attrici francesi del momento, i modelli della boutique fanno conoscere il nome di Chanel in tutta Parigi.

Gabrielle è già famosa. Lo stile semplice ed elegante degli abiti Chanel fa scalpore e in città non c’è nessuno che non cerchi di imitarlo.

Poco dopo l’apertura del suo primo negozio nel 1916, fu inaugurato uno showroom di alta moda a Biarritz.

La sua rapida ascesa alla ribalta fu dovuta alla natura contrastante dei suoi disegni alla moda popolare di quel tempo, che era ancora strettamente legata a pezzi tradizionali e lentamente obsoleti: il corsetto e la crinolina.

Pezzi che ora erano visti come gabbie in cui le donne si chiudevano nel grido di un equilibrio estetico e consideravano sempre più malsane. Così, Chanel, contro corrente, ha iniziato a offrire silhouette sportive, con linee semplici e morbide, in linea con quella che sarebbe diventata la nuova tendenza dell’inizio del secolo.

Nel 1916 Rodier, un industriale tessile francese, diede in esclusiva la maglia di Gabrielle Chanel, un tessuto che si rivelò il miglior interprete delle creazioni Chanel data la morbidezza del corpo e la sua innata capacità di liberare la forma fisica della donna.

La gonna, il pullover e il cardigan trittico divennero così il primo modello distintivo della moda Chanel, realizzato specialmente in neutri come il grigio, il beige e il blu scuro, nonché la famosa combinazione di bianco e nero.

Ma fu nel 1920 che ebbe luogo la sua dedizione esclusiva a questa estetica.

In quell’anno Chanel aprì la sua prima boutique a Parigi in 31 Rue de Cambon.

Questo è il momento cruciale per il successo della sua carriera, visto una crescita esponenziale aggiunta e costante grazie alla sua ambizione che è stata definita dal suo desiderio incessante di più.

Nel 1921 Chanel presenta la sua prima fragranza, l’iconico profumo un tempo profumiere degli Zar, CHANEL N°5 fu la quinta fragranza presentata a Mademoiselle Chanel e deve a ciò il proprio nome. Un vero classico senza tempo, CHANEL N°5 rimane il simbolo assoluto della femminilità.

L’anno dopo viene lanciato CHANEL N°22. Questa fragranza floreale, che deve il proprio nome all’anno della sua creazione, è figlia dello stesso spirito rivoluzionario che ha dato vita a CHANEL N°5 ed è caratterizzata da un connubio unico di delicatezza e audacia.

Nel 1924 avviene la creazione della prima linea di make up, Chanel presenta la prima collezione di make up, con rossetti e ciprie. Nello stesso anno viene fondata la “Société des Parfums Chanel”, dedicata alla creazione di fragranze uniche e prodotti di bellezza.

Da questo stesso incessante desiderio di creare di più, la nascita del suo primo e famoso profumo, Chanel No.5, che può essere descritto solo come una fragranza senza tempo che, ancora oggi, è considerata una delle migliori mai concepite. Successivamente, sono state create altre fragranze, come la No.22, la Gardenia, ispirata al fiore preferito dei designer e la No.19.

Sempre attenta, Gabrielle Chanel ha usato le sue osservazioni sull’abbigliamento degli impiegati e degli ordini parigini, caratterizzate da abiti neri con colletto e polsini bianchi per ispirare i suoi disegni. A metà degli anni 1920 la sua analisi si trasformò nella piccola robe noir, o nel tubino nero con le linee più semplici possibili, nella speranza di rendere le donne uguali tra loro, sebbene con uno stile immenso. Fedele alla sua ormai convinta convinzione che “la moda passa, lo stile rimane”, la visione ha lasciato il posto all’assoluto successo raggiunto dall’abito Chanel, amato dalle donne di tutto il mondo: in gabardine, tweed e, naturalmente, in jersey.

Dopo aver stabilito una visione sostanziale e costante con i suoi capi, la designer ha continuato a concentrare gli sforzi sugli accessori. Chanel ha chiesto l’aiuto del conte Etienne de Beaumont e del duca Fulco di Verdura per avviare un atelier dedicato alle creazioni di bigiotteria in cui gemme non preziose si univano a quelle più pure. Creazioni estremamente ricche e quasi opulente erano necessarie alla designer, che amava l’essenzialità dei suoi abiti e cercava di bilanciarli perfettamente con accessori stravaganti.

Nel febbraio del 1955, Gabrielle Chanel lancia l’iconica borsa trapuntata 2.55, che prende il nome dalla data della sua creazione. Combinando cuoio e catene in oro, Chanel inventa un manico dallo stile nuovo e adattabile: al contempo resistente e leggero, lascia libere le mani

 

Durante la seconda guerra mondiale, Gabrielle Chanel si ritrovò costretta a ritirarsi dalla scena della moda per un breve periodo, per poi tornare nel 1954. Chanel, ora all’età di 71 anni, era considerato da critici e colleghi sull’orlo di un imminente declino. Eppure, in quella che ora è una svolta non sorprendente di eventi, Chanel ha debuttato con il suo completo lavorato a maglia, trasformandosi immediatamente in un altro punto fermo della casa. I primi fan del completo classico includevano la first lady Jackie Kennedy che era spesso vista in questi disegni. In particolare, il giorno dell’omicidio di suo marito John F. Kennedy, indossava un abito Chanel con una maglia a punta rosa brillante.

 

Il 10 gennaio 1971 Chanel morì nella sua suite all’Hôtel Ritz di Parigi all’età di 87 anni. La sua vita visse al massimo, ha cambiato per sempre la moda internazionale e il concetto di vestire il corpo femminile. Immediatamente dopo la sua morte, la maison fu condotta da Gaston Berthelot e Ramon Esparza, assistenti del defunto designer. Passando poi alla guida creativa di Karl Lagerfeld nel 1983, uno straordinario designer che ha dimostrato come rendere contemporanei i codici stilistici della maison senza mai tradire la visione di Gabrielle Chanel.



×